Fabrizio Angeli

Pietro Saitta

Nasco a Torino il 9 maggio 1962.

Bambino negli anni della tv in bianco e nero e, pubblicitario fin dai primi giorni della mia vita, mangio solo durante “Carosello”, che provocando in me un’incredibile ammirazione, mi lascia a bocca aperta, permettendo a mia madre di infilare un cucchiaio di pappa a ogni spot.

Come tutti i bambini nati negli anni 60, cresco col mito del campo da calcio, ma scelgo il ruolo peggiore: portiere.
Nonostante i calci e le pallonate ricevute vengo “acquistato” da una squadra militante in serie B, ma i miei genitori si oppongono al mio trasferimento in Veneto (e qui si vede che erano altri tempi). Questa delusione mi fa abbandonare lo sport agonistico e ricordandomi il bellissimo mondo patinato e pieno di musica di “Carosello”, maturo la consapevolezza che, se non potevo essere il portiere della Juventus e non potevo neppure “vincere Wimbledon”, sarei almeno diventato un pubblicitario.

La mia formazione si sviluppa tra i banchi dei supermercati e quelli dei primi ipermercati in Coop Piemonte dove ricopro il ruolo di Responsabile Pubblicità e Promozioni per diversi anni incontrando e collaborando, tra le diverse sigle, anche con l’Agenzia di cui sarei diventato socio nel 1990.

Spinto dal desiderio di crescere e di mettermi sempre in gioco nel 1997 apro la input/TORINO, poi diventata nel 2019 Revupadv, nella quale ancora oggi, ricopro il ruolo di Amministratore Delegato e DireCore CreaEvo.

Ho avuto la fortuna di lavorare in questo mondo vedendo negli anni le rivoluzioni spaventose che l’hanno coinvolto, ritrovandomi oggi a guardare un social network pur ricordando, con un briciolo di malinconia, le vecchie campagne montate a mano con una reprocamera e la mitica colla Cow.

Il lato positivo di questo evolversi del mondo della comunicazione è stato non poter mai essere sicuro di aver imparato tutto, perché appena diventavo bravino in qualcosa, c’era alle porte una novità che necessitava assolutamente di grande attenzione. In tutti questi anni ho avuto il piacere di lavorare per clienti come: Coop Lombardia, Coop Liguria, Novacoop, Coop Consorzio Nord Ovest, Coalvi, Asta del Mobile, Kami Profumerie, 4hg, Bricocenter, Auchan, Self Italia, VivaFood, e tanti Centri Commerciali. Passo la mia vita principalmente in auto ascoltando musica di cui sono “onnivoro” e parlando al cellulare con clienti e fornitori, ma da quando uno studio di un Polo di Psicodinamiche ha dichiarato che guidare incentiva la creatività, sto seriamente pensando di trovare aziende sempre più lontane per sviluppare campagne ancora più innovative grazie ai viaggi di andata e ritorno.

Sono legato alle mie figlie, alla mia famiglia “allargata” e a tutti i “ragazzi” che fanno parte del GRUPPO/input, perché credo nella forza del team e non solo nelle capacità del singolo.

E detta sottovoce: “sono un utopista, ma mi piaccio così!”

Specialities: Art direction, marketing strategy, advertising strategy, digital marketing, storytelling strategy, client relationship management, communication workflow e team management.

#SOGNANDOLAGDO
E-COMMERCE: UNA VERA START-UP
SOCIAL NETWORK: CONOSCERE LE DIFFERENZE. SOCIAL MEDIA ORGANIZZAZIONE E PIANIFICAZIONE EDITORIALE
Psicologia degli incontri